Cosa fare a Barcellona

990-giornalisti-a-barcellona_4473(foto di www.romangia.net)

Vivendo per la maggior parte dell’anno in una città particolarmente fredda mi trovo a guardare con notevole invidia le foto che i miei amici che vivono a Barcellona postano sui vari social network.

Se siete tra i fortunati che passeranno le feste in questa meravigliosa città, qui di seguito alcuni must-see in collaborazione con il team del Paese locale (grazie Luca :-*).

1 Satan’s Coffee Corner

Una minuscola caffetteria che tosta in proprio il caffè nel quartiere El Raval, gestita da un ragazzo molto carino. Ottimo il caffè, soprattutto se optate per il take-away perché non c’è molto spazio all’interno, per me vale la visita anche solo per le illustrazioni sulle cup. :)

satan-cffee-corner
satans coffee corner

2 Cup and Cake Barcelona

Ancora cupcakes?! Ebbene sì, anche se ci siamo allontanati da Londra abbiamo trovato il posto con le più deliziose cupcakes della città: Cup and Cake Barcelona. Un locale molto friendly dall’arredamento nordico e dall’approfondita cura del prodotto, dalla ricerca dell’ingrediente alla presentazione finale:.
http://www.cupcakesbarcelona.com

bc_medium

3 Santa Caterina Market

Barcellona è piena di mercati e il Santa Caterina food market sulla fermata della metropolitana Jaume 1 è sicuramente meno famoso de La Boqueria, ma molto fornito, economico e tranquillo da visitare. Ristrutturato nel 2005 lo riconosceret facilmente grazie al coloratissimo tetto in ceramica a forma di onda. Potrete comprare qui i vostri panini per il picnic al parco o pranzare direttamente all’ottimo tapas bar all’ingresso principale.

RH1526-1

4 Parco Güell

Dopo aver acquistato i vostri panini al Santa Caterina, potrete passare il vostro lunch break al famoso Parco Güell, patrimonio Unesco creato da Antoni Gaudì: un posto magico dove rilassarsi passando qualche ora tra le incantevoli costruzioni ricoperte di ceramiche di recupero e pezzi di vetro, utilizzati come tessere di mosaico. Dal ottobre 2013 l’ingresso alla zona monumentale è a pagamento e costa 8 euro.
Salutatemi la salamandra all’ingresso del parco, da qualche parte ho ancora delle imbarazzanti foto di gruppo durante la gita di classe di qualche annetto fa.  :-)

800px-Guell-3
800px-Parco_Guell_002
800px-Park_Guell_Terrace

5 Custo Barcellona

Non vogliamo certo dimenticare lo shopping e quindi facciamo un salto al El Born District dove potete trovare alcuni dei più interessanti designers della città, tra cui Custo Barcelona (Place de les Olles 7), la famosa linea di moda creata dai due fratelli catalani e che oggi produce anche una linea di occhiali e una macchinetta Nescafé personalizzata con le celebri stampe del brand.

custo-barcelona-21

6 Aire Baños Árabes

Se dopo una giornata tra shopping, food e cultura avrete voglia di rilassarvi, potete dirigervi al numero 22 di Passeig de Picasso, dove troverete Aire Baños Árabes, spa con varie vasche a temperatura differente e bagno turco. L’atmosfera vuole richiamare quella degli hammam, con musica orientale, luci soffuse e candele profumate, non manca anche la sala relax con offerta di tè. Consiglio di prenotare perché molto frequentata e ad ingresso limitato.

http://www.airedesevilla.com

1477909_550555458370982_1553899549_n
1509318_554086984684496_1058114652_n

7 Cervesería Catalana

In Calle Mallorca 236 è un posto dall’atmosfera particolarmente vivace e conosciuto per il rito delle tapas. Non è particolarmente economico ma è sempre affollatissimo la sera, probabilmente anche per la location centrale.

Offre differenti tipi di birra ma il suo plus sono la moltitudine di tapas (non sempre tipiche del luogo) che potete scegliere: gamberi alla griglia, mini hamburger, carciofi fritti, acciughe in aceto e il famoso Jamon de Jabugo.

barcelona-guide.info



Le foto del post arrivano dai siti web dei posti citati, eccetto quella della sfilata di Custo della quale non ho potuto recuperare info sul fotografo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>