Verdure ripiene alla genovese

ripieni_genovese2

Post in collaborazione con Inalpi.

Le verdure ripiene al forno sono un grande classico della cucina genovese.

Vengono servite sia come antipasto che come seconda portata e spesso potete trovare zucchini, melanzane, peperoni, cipolle e pomodori ripieni, a seconda di quello che l’orto – o il mercato – offre.

In origine era un piatto povero con un ripieno di magro, cioè privo di carne, ma oggi è molto facile vedere tra gli ingredienti anche carne tritata, prosciutto o mortadella. La tradizione della mia famiglia prevede un ripieno privo di carne.

La ricetta di questo post parte da quella classica e aggiunge un paio di variazioni pensate per il concorso “Saranno famosi” di Inalpi. Fatemi sapere nei commenti cosa ne pensate e se avete una variante da suggerire.

Come funziona “Saranno famosi”

È partita l’edizione 2017  del concorso di Inalpi in collaborazione con Slow Food e Altissimo Ceto. Dieci tra i migliori Sous Chef selezionati dalla Guida Osterie d’Italia 2017 e trenta Blogger da tutta Italia si sfideranno, proponendo un menù completo, dove, i prodotti Inalpi ed il territorio saranno i protagonisti.
Ogni squadra, la mia rappresenta la Liguria e la Sardegna, dovrà portare nel suo menù la tradizione del territorio di appartenenza.
Questo è  il menu della #brigatasardoligure (il nostro nome di battaglia :)):

E questa è la mia proposta per il secondo piatto:

ripieni_ingredienti

Verdure ripiene alla genovese

Ingredienti

  • 10 zucchine
  • 1 cipolla rossa da riempire + mezza per il soffritto
  • 2 peperoni piccoli

Per il ripieno:

  • 2 fettine di latte classiche Inalpi (potete usare anche la versione leggera con meno grassi) +1 per la decorazione
  • 200gr di ricotta
  • 2 acciughe sottolio
  • 1 patata piccola bollita
  • la mollica di 2 panini raffermi, bagnata in acqua
  • 200gr Parmigiano Reggiano
  • 2 uova
  • 3 spicchi d’aglio
  • maggiorana, timo, origano, pepe e sale q.b.

 Nota: le zucchine che ho trovato a Londra purtroppo erano grandi il doppio di quelle che solitamente usiamo a casa in Liguria, quindi in questo caso ne ho usate solo 5.

verdure_ripiene

Preparazione

Tagliare le zucchine a metà e con la punta di un cucchiaino togliere delicatamente la parte interna che verrà in seguito aggiunta al ripieno. Ho inizialmente usato lo scavino per verdure, ma con un cucchiaino da caffè è stato molto più semplice.

Prendere le cipolle e scavarle in modo da ottenere dei cerchi sottili dai vari strati della cipolla (uno strato per ripieno, non di più).

Togliere il coperchio ai peperoni e tagliarlo a pezzettini. Pulire il resto del peperone che verrà usato come contenitore.

Fare un soffritto di cipolla in padella.

Aggiungere tutti gli scarti delle verdure, la mollica di pane e gli spicchi di aglio tritati in padella e girare il tutto per circa 5 minuti. Regolare di sale e pepe e passare il tutto al frullatore.

Preparare il ripieno con ricotta, Parmigiano grattugiato, le sottilette Inalpi sminuzzate e le verdure frullate.

Mescolare il tutto e aggiungere le erbette, il sale e il pepe. Assaggiare e quando il sapore vi soddisfa aggiungere le uova e mescolare bene.

RIPIENI ALTERNATIVI

PEPERONE: ricetta tradizionale come sopra e aggiungendo nel ripieno un paio di acciughe sottolio sminuzzate.

CIPOLLA: ricetta tradizionale come sopra e aggiungendo nel ripieno una patata bollita ben schiacciata.

Riempimento

Aggiungere un un velo di grana sulle verdure così da legare il ripieno al “guscio”.  Riempire il vuoto degli zucchini, delle cipolle e dei peperoni, spennellare con uovo sbattuto e mettere i ripieni alla genovese in forno caldo a 180gradi per circa 40 minuti.

Sfornare e decorare con una stellina di fettina di latte a piacere (opzionale).

Buon appetito!

PINTEREST ⬇️⬇️⬇️

ripieni_genovese_ricetta

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

1 Comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>