Sabato? Slow Fish

Sabato sono stata a Slow Fish, manifestazione curata da Slow Food che si è tenuta all’interno della Fiera di Genova.

Sono partita in moto da Lavagna e ho fatto tutta la costa per godermi fino in fondo la giornata, il sole e il meraviglioso cielo azzurro che si rifletteva sul mare creando un paesaggio incantevole che mi faceva pensare che ero proprio fortunata a essere lì in quel momento. Tra tutta questa fortuna mi sono ritrovata anche con la schiena completamente bruciata, ma vabbè. 😉

Arrivata in fiera mi sono subito diretta verso lo stand dell’olio umbro Hispellum  dove Sandra stava preparando delle meravigliose tartare da abbinare all’olio Hispellum Terre Rosse, nella foto sotto potete vedere la tartare di dentice con Terre Rosse e sale rosso delle Hawaii, in seguito ho assaggiato anche quella di ricciola (perdonate la qualità delle foto che sono fatte con l’iPhone ma in moto non mi sentivo di portare la reflex e ho preferito un bel bagaglio leggero :-)). Il Terre Rosse, da quel che ci ha spiegato il proprietario Mario, è un olio ottimo per piatti sapidi e di forte struttura (bruschette, carni alla griglia, arrosti, zuppa di legumi etc.), ma che ben si abbina anche con piatti dalla marcata sensazione dolciastra quali patate o zuppe di porri o cipolle.

In seguito ho fatto un giro tra gli stand assaggiando delle ottime birre, delle acciughe fritte, un polpo in scatole, crudità varie e alcune proposte insolite (per me). Ho seguito anche un convegno sulla salatura delle acciughe, argomento che evidentemente mi attira molto, perché se vi ricordate ne avevo già parlato qui. (sbadata che sono avevo dimenticato il link, sorry :-))

Tra quattro chiacchere sull’alimentazione e un cornetto di fritto di pesce che mi sono mangiata passeggiato sul molo per tornare allo scooter, il pomeriggio è veramente volato. Vi lascio con un’immagine sullo stato della pesca nel mondo e con un dato che mi ha colpito molto, ci sono oltre 700 specie marine commestibili, ma solo il 10% è effettivamente commercializzato a causa delle nostre abitudini alimentari consolidate. Non ci avevo mai pensato e credo che in prima persona cercherò di variare la mia dieta inserendo qualche pesce più “povero”, che oltre a tutto è anche più economico per il nostro portafoglio.

4 Comments

  • sonia scrive:

    Scusate il ritardo ma ero fuori casa
    Sandra: figurati è stato un piacere vederti all’opera e assaggiare. ci vediamo spero prestissimo!
    Faceciok: grazie per la segnalazione
    Chiara: vero dovrebbero curare di più l’argomento e creare maggiori punti di incontro sul tema del cibo.

  • Chiara scrive:

    Io sono andata oggi,nel mio giorno libero tra università e lavoro,e devo dire veramente straordinaria manifestazione… ma il tempo è volato!!! Dovrebbero farne di più,e più spesso,per noi malati di cucina e gusto,ma dai…. sono rimasta contenta!!!

    Ciao

    Chiara

  • Faceciok scrive:

    Ti segnaliamo anche un’altro evento sul pesce azzurro: Anghiò, a San Benedetto del Tronto dal 16 al 19 Giugno!
    Se poi siete degli amanti del cioccolato, venite a trovarci nella nostra pagina FACECIOK http://www.facebook.com/faceciok

  • Sandra scrive:

    grazie cara! per la visita, per le chiacchiere e per le foto :)
    io non ho fatto in tempo! E nemmeno un giretto per SF!
    alla prossima Boccadasse 😉

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>