Gnocchetti al sugo di tonno fresco, taggiasche e Astraio, Zonin

Vi capita mai di dimenticarvi di una ricetta e poi ritrovarla senza cercarla? A me sì!

Succede che avrò almeno 5/6 post in bozza e alcuni appuntati e mai trascritti su WordPress, in più ogni volta cambio bloc-notes, così facilito la perdita dei promemoria, ma le foto sono diligentemente salvate sul Mac con tanto di data e titolo, vabbè sono un caso perso :-).

Questi gustosi gnocchetti arrivano da un pranzo della scorsa estate con i miei genitori, un piatto che spesso mia madre propone al ristorante, un primo che avevamo abbinato ad Astraio, un vino 2008 della tenuta Rocca di Montemassi di Zonin. Un Maremma Toscana Bianco IGT da uve Viognier. Bevuto durante un pranzo estivo, uno dei pochi con tutta la famiglia riunita, abbiamo stappato questa bottiglia dall’etichetta tradizionale e rappresentante del territorio di Montemassi (questo per dire che l’etichetta mi convince).

Bevuto a pranzo ha convinto tutti, me compresa che solitamento non amo i vini bianchi. Un profumo esotico, direi di ananas, anche se il produttore riporta litchis e pesca bianca. Spero che Zonin non ne abbia a male se ne parlo dopo quasi un anno. :-)

Ingredienti per 2 persone

150 grammi di gnocchetti di patate

circa 200 grammi di tonno fresco

circa 300 grammi di pomodori (tipo perini)

1 scalogno tagliato a fettine

olive taggiasche (lo so le uso sempre, ma che ci posso fare, le adoro :-))

aglio, prezzemolo, sale

vino bianco

1 peperoncino secco

capperi tritati grossolanamente

Realizzazione

Fate rosolare lo scalogno in padella, nel mentre tagliate il tonno a piccoli cubetti e aggiungetelo allo scalogno. Aggiungete capperi, aglio e prezzemolo e fate sfumare con un bicchiere di vino bianco. Quando il vino è evaporato aggiungete i pomodorini, il peperoncino tagliato, le olive e salate quanto basta. Fate cuocere per circa 10 minuti e verificate la cottura del sugo.
A parte cuocete gli gnocchetti in acqua bollente. Scolate e fateli saltare in padella con il precedente sughetto. Servite in tavola decorando con un po’ di prezzemolo.

7 Comments

  • sonia scrive:

    grazie Sandra: bonissimi :-)

    Stefania, grazie e buon weekend

    Serena: oddio esiste l’intolleranza al tonno? Non ne avevo mai sentito parlare :-(

    Cey: COSA? non può schifarli! sono deliziosi, stasera a cena gnocchi al pesto, non saranno il massimo della leggerezza ma sono di un buonooo 😉

  • Cey scrive:

    Ogni volta che vedo gli gnocchi mi intristisco perchè il fidanzato li schifa MA la prima volta che esce questi li faccio davvero, sono bellissimi =)

  • Serena scrive:

    Io non ci condivo gli gnocchi freschi ma dei taglierini con un sughetto simile. Da quando ho scoperto di esser intollerante al tonno sono disperata (io che lo mangiavo crudo a gogò)…. che voglia mi hai fatto venire!
    il vino invece non lo conosco, ma come te non sono amante dei bianchi, neppure col pesce! 😀
    Un abbraccio

  • stefania scrive:

    Deliziosa ricetta, ciao

  • Sandra scrive:

    boni!!! )
    bellissima foto concordo, e chissà che sapore!

  • Sonia scrive:

    grazie, e sì che tu questi non li hai mangiati!
    qui si va a pranzo, buon appetito anche a te 😉

  • Giuliano scrive:

    La foto è bellissima, complimenti!

    Giuliano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>