Articoli con tag pasta

Pasta con tonno Angelo Parodi e melanzane

0

Pasta-al-farro-con-melanzane-e-tonno

Vi state chiedendo se questa è la famosa ricetta della pasta con il tonno che accompagna ogni universitario?

Beh non proprio, ma è egualmente facile da preparare. :)

La ricetta la trovate qui dai miei amici di Angelo Parodi, buon appetito!

Casarecce integrali al blu di bufala e granella di nocciole al Salone del Gusto per Gente del Fud

0

IMG_9129

(durante il laboratorio con Lavazza)

Con un ritardo impressionante (ma se mi conoscete lo sapevate già) arrivo con qualche foto dal Salone del Gusto e la ricetta che io e la mia compagna di mille avventure Chiara, abbiamo presentato al Salone del Gusto nello stand Garofalo.

IMG_9195

Un’esperienza meravigliosa e per questo dobbiamo ringraziare il grandissimo team Garofalo, a partire da Emidio e Giorgio, ai ragazzi dello stand (dove ho conosciuto la splendida Paulina) e al nostro chef, Carlo, che ci accompagnato durante lo showcooking tra consigli e risate.

IMG_9196
IMG_9166  (con Gabriele Bonci e il Mulino Marino in persona :-)) IMG_9203

Ingredienti per 4
320 gr
casarecce integrali Garofalo
200 gr Blu di Bufala
2 scalogni
50 gr nocciole piemonte pelate e tostate
qualche filo di erba cipollina
latte q.b
burro
un dito di vino bianco
sale
pepe biancoIMG_9205 IMG_9206

Realizzazione
Affettare sottilmente gli scalogni e fateli stufare in padella a fuoco basso con un po’ di burro. Sfumateli con il vino bianco ed eventualmente poca acqua fino a farli quasi disfare.
Buttare la pasta in abbondante acqua salata e mentre le casarecce cuociono, togliere la crosta e tagliare a cubetti di un cm. il blu di bufala.
Unire il formaggio nella padella con gli scalogni avendo cura di lasciarne circa un terzo da parte. Aggiungere un po’ di latte per aiutare il formaggio a sciogliersi a fuoco basso.
Intanto in un mortaio pestare le nocciole fino a farne una granella irregolare. Scolare la pasta e saltarla velocemente in padella per un minuto unendo il terzo del formaggio lasciato da parte.
Regolare di sale e spolverare con un pizzico di pepe bianco, guarnire con la granella di nocciole e l’erba cipollina tagliata a rondelle finissime.

Speriamo che vi piaccia!

PS grazie Nicola per le foto!

IMG_9207 IMG_9208 IMG_9212 IMG_9222 IMG_9224 IMG_9248 IMG_9255 IMG_9257 IMG_9262 IMG_9265


Farrette con prosciutto di Parma e fave

0

Quello sotto è il piatto pensato a maggio per legarsi con le buonissime Farrette Prometeo Urbino. Devo ammettere che ho letteralmente adorato l’abbinamento Farrette, caprino e Prosciutto di Parma, ancora adesso mentre scrivo mi viene voglia di averne un piatto davanti. Il Parma, prosciutto di grande personalità lega benissimo con il gusto naturale delle Farrette e si completano a vicenda. Le fave le abbiamo aggiunte come verdura di stagione, ma potete tranquillamente ripetere il piatto sostituendole o eliminandole. La ricetta è buonissima e, cosa non da poco, veloce da realizzare.

La ricetta come sempre la trovate da Prometeo qui, buon appetito!

P.s. oggi sarò al Taste of London insieme a Jamie Oliver, David Chang, Michel Roux Jr e molti altri… NON VEDO L’ORA!!! :-)

 

Maltagliati Prometeo Urbino con baby spinaci e crema di feta

1

Una pasta deliziosa che reinventa il formato della lasagna classica. Il sapore acidulo della feta (che adoro!) si combina perfettamente con la lasagna di farro e gli spinacini, in più, per chi come me fosse intollerante ai latticini, i formaggi fatti con il latte di capra sono decisamente più digeribili di quelli fatti con il latte vaccino. Trovate la ricetta completa (semplicissima!) sul sito Prometeo Urbino cliccando qui.

Strangozzi, formaggio al tartufo e Grignolino d’Asti

0

Potevo tornare da Perugia senza qualche prodotto tipico? Assolutamente no e quindi oltre a qualche quintale di cioccolata (causa Eurochocolate… ma va ;-)), ho portato a Lavagna anche un formaggio al tartufo, alcuni pacchi di Strangozzi classici e un barattolo di salsa al tartufo, acquisto ossessivo compulsivo dettato dalla frenesia del momento (strano eh :-))! Non ho ancora deciso come usarla, voi avete qualche consiglio o conoscete qualche ricetta tipica del posto?

Ho incontrato gli strangozzi l’anno scorso durante una vacanza in contemporanea ad Umbria Jazz. Per chi non li conoscesse sono una pasta lunga a sezione quadrata o rettangolare, tipica del comprensorio Spoletino ma diffusi in tutta l’Umbria.

Agli Strangozzi ho abbinato un Grignolino d’Asti Marchesi Incisa Rocchetta, che come sempre potete trovare dal nostro oste preferito, Fernando (qui le Thai fish cakes e Verdicchio di Jesi, qui la ricetta abbinata al Monferrato Rosso, qui quella con il bianco georgiano e qui il filetto con il Nobile di Montepulciano). Da Fernando trovate la scheda del vino e, se vi interessa il mio parere è risultato essere uno dei miei preferiti, facile da bere, dal profumo fruttato e dal sapore che non impasta la bocca, nonostante l’abbinamento con una primo piatto impegnativo. Decisamente consigliato!

Ingredienti

 

200 ml panna vegetale 100% (l’avevo in dispensa causa test intolleranze e ho usato questa, sicuramente va bene anche la classica panna da cucina)

strangozzi classici

40 gr. burro

80 gr. formaggio al tartufo (nel mio caso metà formaggetta)

pepe

 

 

Realizzazione

Cuocete gli strangozzi in abbondante acqua salata per 12/15  minuti. Per evitare di spezzarli iniziate a mescolarli dopo circa 5 minuti. Nel mentre tagliate il formagio a cubetti e fatelo sciogliere in padella con il burro e la panna. Se il condimento risulta troppo denso allungatelo con due cucchiai di acqua della pasta.

Passate gli strangozzi cotti in padella e spolverate con pepe fresco grattuggiato al momento.

Torna su