Articoli con tag Pasqua

Happy Easter – Buona Pasqua

2

Happy Easter to all my friends!

Buona Pasqua a tutti voi amici miei, in qualunque parte del mondo siate, passate una splendida giornata!

Sonia

Easter cookies: biscotti pasquali alla mandorla e limone

6

E continuiamo con le ricette pasquali: dopo lo spiedino di agnello con la Saba e il panettone/colomba bread butter pudding con le fragole, arriviamo con i biscottini mandorla e limone con fattezze di pulcini, coniglietti e ovetti. E condiamo il tutto con candele pulcino e confetti con cioccolato (dei quali ormai sono drogata, li ho comprati come decorazione e in due giorni ho finito un pacchetto!!!).

Nelle foto mancano gli ovetti/pulcino, chiamati così in quanto realizzati con il taglia biscotto forma ovetto, perchè la decorazione era così trasparente che non si capiva nulla. :-( (per il disegno ovetto/pulcino vedi post-it sotto). I biscotti decorati sono stati appunto da me “paciugati” utilizzando le icing colouring pen e avrei voluto un colore più acceso (senza usare la pasta di zucchero), tipo queste per intenderci, se qualcuno ha qualche marchio di “penna” o info in più da darmi, please HELP ME! :-)


Ingredienti

  • 160 g di burro
  • 120 g di zucchero di canna
  • 250 g di farina
  • 100 g di farine di mandorle
  • un limone bio
  • un pizzico di sale

Realizzazione

Lavorare nel mixer 160g di burro morbido con 120g di zucchero di canna, fino a ottenere una crema un po’ spumosa. Aggiungere 250g di farina, 100g di farina di mandorle, la buccia grattugiata di un limone non trattato e un pizzico di sale. Mescolare, versare sul piano di lavoro e impastare velocemente con le mani (bagnatevi leggermente le mani se l’impasto vi pare troppo secco/sbriccioloso). Formare una palla, avvolgerla con della pellicola e tenere al fresco per 1h circa. A questo punto stendere l’impasto ad 1 cm circa di altezza e ritagliare i biscotti. Mettere i biscotti su una teglia rivestita di carta da forno e infornare a 180°C per circa 20 minuti o finché i biscotti diventano dorati. Ovviamente dipende dalla forma, ma con queste dosi me ne sono usciti un bel po’. :-)

La ricetta dei Sablés mandorle e limone è di Sigrid, la sola differenza è che ho utilizzato un solo limone invece di due. Beh si anche la decorazione e la forma sono diverse. :-)


 

Panettone bread and butter pudding con fragole e riciclo Colomba di Pasqua

10

English recipe below

 

Qualche giorno fa controllavo le Google Analytics dell’ultimo mese del blog e tra le prime parole chiave di ricerca cosa ti trovo? Riciclo panettone! Riciclo panettone!?!?! Il 28 di marzo? Ebbene sì, evidentemente di persone che (come me) hanno ancora in casa dell’ottimo panettone, magari acquistato dopo le feste, ce ne sono proprio tante. :-)

E quindi amici del panettone, dopo avervi lasciato questa ricetta qualche mese fa, ve ne dedico un’altra, dal sapore un po’ british e rivisitata per la primavera: il panettone bread and butter pudding con fragole, provatelo e vi prometto che ne andrete pazzi, anzi ve lo giuro!

E già che ci avviciniamo a Pasqua, in caso vi capitasse di dover riciclare una colomba e avete voglia di presentarla in maniera un po’ diversa… provate la ricetta qui sotto sostituendo la colomba al panettone, mi ripeto ma non ve ne pentirete. :-)

 

Ingredienti

  • 500 ml di latte
  • 625 ml panna
  • 2 tuorli d’uovo
  • 110 g di zucchero semolato
  • 2 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • un buon panettone tagliato a fette sottili dal quale avrete tolto la “crosta esterna” (nel mio Caso Loison Panettone al Mandarino con Mandarino Tardivo di Ciaculli :-))
  • 400 g di fragole tagliate a fette sottili
  • 55 g di zucchero di canna

Realizzazione

Preriscaldate il forno a 180 C °. Mettete il latte e la panna in una casseruola a fuoco medio e fate cuocere fino all’ebollizione. Rimuovete dal fuoco e mettete da parte.
Mettete i tuorli, lo zucchero semolato e l’estratto di vaniglia in una ciotola e mescolate insieme. A poco a poco aggiungete il latte tiepido nella ciotola con l’uovo e mescolate insieme. Disponete le fette di panettone nelle pirofile. Versare la crema sopra il panettone e decorate con le fragole, che posizionerete tra le fette di panettone. Cospargere con lo zucchero grezzo e infornate per 20 minuti o fino a doratura. Dosi per 6 piccole pirofile (come quelle della foto).

Per il bread and butter pudding mi sono ispirata ad una ricetta di Donna hay.

Strawberry panettone bread and butter pudding

 

Ingredients

  • 500 ml milk
  • 625 ml single cream
  • 2 egg yolks
  • 110 g caster sugar
  • 2 teaspoon vanilla extract
  • un buon panettone tagliato a fette sottili dal quale avrete tolto la “crosta esterna” (nel mio caso Loison Panettone al Mandarino con Mandarino Tardivo di Ciaculli)
  • 440 g strawberries, hulled and halved
  • 55 g raw sugar

Preheat oven to 180 C°. Place the milk and cream in a saucepan over medium heat and cook until just boiling. Remow from the heat and set aside.
Place the egg yolks, caster sugar and vanilla extract in a bowl and whisk to combine. Gradually whisk the warm milk mixture into the egg mixture to combine. Arrange the panettone slices in the base of pie dishes.
Pour the custard over the brioche and top with the strawberries. Sprinkle with the raw sugar and bake for 20-25 minutes or until golden. Serves 6 small pie dishes.

Con questa ricetta partecipo al contest di Stefania e a quello di Federica.

Spiedino di agnello alla Saba e purè di patate dolci

9

English recipe below.

Si avvicina la Pasqua ed è giusto proporvi qualche ricetta a tema, magari proprio per il pranzo della domenica. Pur non mangiando l’agnello quindi, oggi vi propongo una ricetta con questo tipo di carne (geniale lo so ;-)), talmente semplice e veloce da risultare una non-ricetta. Ma c’è un ingrediente in più che fa la differenza, la Saba!

Ve ne avevo già parlato qui, La Saba, conosciuta da me e da mio padre come Mosto Cotto (zona Parma, non so se altri mi possono confermare che in questa zona viene chiamata così) è una sorta di sciroppo di colore bruno, a causa della percentuale di caramello che si forma durante la cottura, che di solito, avveniva in paioli di rame e a fuoco diretto. Può ricordate l’aceto balsamico, infatti qui a Londra, la vendono nello stesso scaffale italiano del balsamico e ne consigliano gli stessi abbinamenti classici (Parmigiano, fragole… provati entrambi con la Saba e promossi a pieni voti :-)).

Il piatto è stato ampiamento approvato da Giù e il profumo era molto allettante, ma io mi sono accontentata (si fa per dire) di accompagnare la Saba con l’ultimo regalo di mia mamma, un buon Parmigiano Reggiano 36 mesi… assolutamente soddisfatta!

Per finire grazie all’amico Mirco Mariotti per questo bottiglino dal contenuto speciale e con questo post partecipo al 1° Saba Gastromic Contest organizzato da Rossella del blog Ma che ti sei mangiato  con Andrea di Percorsi di vino e l’Azienda Vitivinicola Mariotti  in collaborazione con il Consorzio Il Gusto di Ferrara.

Ingredienti per una persona (3 spiedini)

  • 250 g di spalla di agnello disossata, rifilata e tagliata a fette sottili
  • Saba
  • 1 cucchiaino di foglie di rosmarino
  • spiedini di legno

Realizzazione

Posizionare l’agnello in una ciotola, innaffiatelo con la Saba e spolverate di rosmarino. Lasciate marinare per 60 minuti, rigirandolo di tanto in tanto.

Infilare l’agnello negli spiedini e porli su una teglia da forno. Infornare a 180C ° per 20 minuti o fino alla cottura preferita. Qui l’abbiamo accompagnato con un purè di patate dolci.

Ingredients for 3 skewers

  • 250 g boneless lamb shoulder, trimmed and thinly sliced
  • Saba or Italian balsamic vinegar
  • 1 teaspoon rosemary leaves
  • skewers

 

Place the lamb, Saba (or balsamic vinegar) and rosemary in a bowl, toss to coat and marinate for 60 minutes.

Thread the lamb onto skewers and place on a baking tray. Put in the oven 180C° for 20 minutes or until cooked to your liking. Serve with sweet potato mash.

 

 

Torna su