Articoli con tag olive taggiasche

Maltagliati con salsiccia e olive Taggiasche

0

Una ricetta dai sapori semplici il cui fattore differenziante sono proprio gli ingredienti che devono essere di assoluta qualità. A volte ci facciamo distrarre da procedimenti complessi ed ingredienti esotici e poi, ad un tratto, ci fermiamo un momento ed è bello riscoprire i gusti di una volta.

Questa ricetta è realizzata con i Maltagliati Prometeo Urbino e la trovate qui. Buona giornata a tutti!

Gnocchetti al sugo di tonno fresco, taggiasche e Astraio, Zonin

7

Vi capita mai di dimenticarvi di una ricetta e poi ritrovarla senza cercarla? A me sì!

Succede che avrò almeno 5/6 post in bozza e alcuni appuntati e mai trascritti su WordPress, in più ogni volta cambio bloc-notes, così facilito la perdita dei promemoria, ma le foto sono diligentemente salvate sul Mac con tanto di data e titolo, vabbè sono un caso perso :-).

Questi gustosi gnocchetti arrivano da un pranzo della scorsa estate con i miei genitori, un piatto che spesso mia madre propone al ristorante, un primo che avevamo abbinato ad Astraio, un vino 2008 della tenuta Rocca di Montemassi di Zonin. Un Maremma Toscana Bianco IGT da uve Viognier. Bevuto durante un pranzo estivo, uno dei pochi con tutta la famiglia riunita, abbiamo stappato questa bottiglia dall’etichetta tradizionale e rappresentante del territorio di Montemassi (questo per dire che l’etichetta mi convince).

Bevuto a pranzo ha convinto tutti, me compresa che solitamento non amo i vini bianchi. Un profumo esotico, direi di ananas, anche se il produttore riporta litchis e pesca bianca. Spero che Zonin non ne abbia a male se ne parlo dopo quasi un anno. :-)

Ingredienti per 2 persone

150 grammi di gnocchetti di patate

circa 200 grammi di tonno fresco

circa 300 grammi di pomodori (tipo perini)

1 scalogno tagliato a fettine

olive taggiasche (lo so le uso sempre, ma che ci posso fare, le adoro :-))

aglio, prezzemolo, sale

vino bianco

1 peperoncino secco

capperi tritati grossolanamente

Realizzazione

Fate rosolare lo scalogno in padella, nel mentre tagliate il tonno a piccoli cubetti e aggiungetelo allo scalogno. Aggiungete capperi, aglio e prezzemolo e fate sfumare con un bicchiere di vino bianco. Quando il vino è evaporato aggiungete i pomodorini, il peperoncino tagliato, le olive e salate quanto basta. Fate cuocere per circa 10 minuti e verificate la cottura del sugo.
A parte cuocete gli gnocchetti in acqua bollente. Scolate e fateli saltare in padella con il precedente sughetto. Servite in tavola decorando con un po’ di prezzemolo.

Piadina con salsa al pomodoro, olive e capperi

4

Eccomi finalmente!

Ed ecco giunta la stagione delle angurie, la pigrizia pre-ferie, l’orticaria da forno, le zanzare che pranzano lautamente col mio plasma etc. etc. etc. … insomma tutte le problematiche dei food blogger… anzi probabilmente di tutti i blogger in estate.

Quindi accantoniamo per un momento la fannullaggine e diamo vivacità al Paese.

Sabato sera è stata la serata burritos messicano (di cui vi parlerò tra qualche post) e avanzato un po’ di impasto per le piadine e con zero voglia di cucinare impegnativo domenica, ecco il pranzo che ne è uscito. Lo so forse andrebbero meglio come aperitivo, vabbè sentitevi liberi di gestirle come vi pare! :-)

Ingredienti per la farcitura di 4 mini piadine:

  • olive taggiasche a piacere (io abbondo sempre)
  • capperi
  • 3/4 pomodori (valutate secondo dimensione dell’ortaggio)
  • aglio
  • origano
  • paprika dolce (onnipresente dopo la gita a Budapest)
  • olio e.v.o.
  • sale

Realizzazione:

Cuocete con qualche cucchiao di olio e.v.o. i pomodori tagliati a pezzettini in padella, insaporite con sale, origano, aglio e paprika. Cuocete a fuoco vivo per circa 10 minuti.

Unite le olive taggiasche (meglio senza nocciolo, io le avevo col nocciolo, non consigliato se avete gente a cena… tipo la suocera ;-)) e i capperi, ancora qualche minuto e togliete dal fuoco.

Riscaldate le piadine (se come me le avete preparate in anticipo) in padella e servitele con la salsa preparata in precedenza, spolveratina di origano e qualche fogliolina di basilico, pronte!

Volendo potete sostituire al basilico la rucola. Per la ricetta della piadina ci sentiamo tra qualche giorno.

Buon pranzo/aperitivo :-).

Le tartellette di Sandra rivisitate: zucchine e olive taggiasche

5

Stasera ho zero tempo per cucinare e sono a pezzi (perché bisogna lavorare?!?! Ah sì, il baratto non esiste più da tempo…), tiro fuori la pasta brisée pronta a fare il must di casa, la super classica torta di spinaci e mi viene in mente: “Cos’è che ha pubblicato qualche giorno fa Sandra? Ah si una tortina con le zucchine dall’aria appetitosissima”, vado a ricercare la ricetta e smarco gli ingredienti: feta c’è, yogurt greco c’è, zucchine ci sono… evvai li ho tutti!

Prendo quindi l’occorrente e procedo con le tortine aggiungendo solo 2 ingredienti: le olive taggiasche (le adoro non posso farne a meno e nelle torte salate stanno che è un piacere) e il timo del terrazzo (orgoglio di mamma anche le erbette aromatiche finiscono un po’ ovunque ). :-)

Ecco quindi gli ingredienti (per 3 tortine, diametro 15 cm circa):

  • yogurt greco grammi 300
  • tuorli 3 (le solite uova della nonna)
  • feta un pezzetto
  • zucchine 2 piccole, tagliate a rondelline e fatte saltare in padella per qualche minuto con un filo d’olio e.v. di oliva
  • olive taggiasche quantità a piacere
  • timo
  • sale, pepe

Preparazione:

Sbattete le uova con  yogurt, un pizzico di sale, pepe e timo. Foderate i vostri recipienti con la pasta brisée (io ho acquistato quella a marchio Coop, ha un buon rapporto qualità prezzo), sbriciolate la feta sul fondo e aggiungete il composto a base di uova e yogurt. Poi le zucchine e cospargete con le olive taggiasche. Per finire una generosa spolverata di timo (se vi piace).

Infornate a 180° per circa 25/30 minuti.

Torna su