Articoli con tag dolce

Launch Party of Lavolio Boutique Confectionery

2

foto 1(2)

Italian Version below

On Saturday evening we went to the Italian Institute of Culture for the launch party of Lavolio Boutique Confectionery.
I know very well this kind of sweets because it’s an Italian tradition to give them out to guests on different occasions like weddings or graduations. I have to say that every time I’ve got a little tulle bag full of confetti, it doesn’t last very long at home given how addictive they are to me. :-)

foto 2(1)

Lavinia, the founder of Lavolio Boutique Confectionery, is a 30 year-old British-Italian entrepreneur with a huge passion for food and she started with the desire to provide sweet-lovers with something delicious, exotic and unique.
She created a Boutique Confectionery concept with the Lavolio range of sweets that combine fruits, nuts, spices, as well as chocolates and coffees. The sweets are 100% natural, vegetarian and are handmade with carefully picked ingredients and real fruit. Craftsmen meticulously follow every production step, and along the way use only the very finest ingredients: Toritto almonds from Puglia, Piemonte P.G.I. Hazelnuts, Verde di Bronte P.D.O. Pistachios, as well as ingredients from the Slow Food Presidium, Peru’s criollo-variety cocoa, and high-quality Sri-Lankan cinnamon, amongst many others!

Lavolio offers a range of 30 different flavours and I’ve personally tried all of them (yes it’s true!) and my favourite flavours are rose, marzipan and saffron.

415fca2607fa11e38e7522000a1fbe50_7

The five collections – adorably named – of Lavolio sweets are:
● Coconut follies
● Decadent spiced
● Fruit garden
● Nutty forest
● Arabian nights

They can be ordered online at www.lavolio.com and will be available soon at other high-end retailers.

confetti

Italian Version

Sabato sera siamo stati all’Istituto Italiano di Cultura per la festa di lancio di Lavolio, deliziosa “Boutique Confetteria”.
Come tutti gli italiani conosco molto bene questo tipo di dolci, se non altro perche’ tutti siamo stati almeno ad un matrimonio, comunione, battesimo, festa di laurea, dove questi dolci vengono distribuiti come simbolo di fortuna e prosperita’.
Per la maggio parte della mia vita ho assaggiato mandorle ricoperte da zucchero, ma negli ultimi anni il confetto si e’ trasformato in un delizioso dolce ricercato, con attenzione all’ingrediente e all’abbinamento perfetto.
Da qui nasce il desiderio di Lavinia, fondatrice Lavolio Boutique Pasticceria, di offrire un qualcosa di delizioso, esotico e unico.
La gamma Lavolio combina frutta, noci, spezie, oltre a cioccolato e caffè e i confetti sono 100% naturali, vegetariani e prodotti a mano.
Accuratamente selezionati gli ingredienti: la mandorla di Toritto dalla Puglia, la nocciola IGP del Piemonte, il pistacchio verde di Bronte, così come altri ingredienti Presidio Slow Food e ancora del Perù il cacao Criollo, la cannella dello Sri-Lanka e tra molti altri.

Lavolio offre una gamma di 30 gusti diversi e li ho provati personalmente tutti,ve lo giuro!
I miei preferiti rosa, marzapane e zafferano.

Le cinque collezioni Lavolio
● Coconut follies
● Decadent spiced
● Fruit garden
● Nutty forest
● Arabian nights

Le collezioni Lavolio può essere ordinato online all’indirizzo www.lavolio.com e sarà presto disponibile in alcuni shop selezionati.

Plum clafoutis and Hampstead Heath – Il clafoutis di prugne e una sorpresa per voi

2

clafoutis

English Recipe below

Qualche lunedì fa, complice la Bank Holiday, abbiamo fatto un giro ad Hampstead Heath che pur essendo vicinissima a casa, non avevo mai considerato.

Deve essere il solito meccanismo mentale del “tanto è vicino, faccio sempre in tempo ad andarci” e fu così che non ho mai visitato bellissime regioni italiane (ma ho recuperato lo scorso weekend con Puglia e Basilicata :-)).

Comunque… Hampstead Heath è un grande spazio verde nella zona nord di Londra formata da boschi antichi (e alberi cavi), prati immensi, stagni e laghetti in cui è possibile fare il bagno e pescare. E se volete un panorama unico arrampicatevi fino al punto di osservazione chiamato Parliament Hill, dal quale avrete una vista mozzafiato sul famoso skyline londinese: la cattedrale di St. Paul, i grattacieli di Canary Wharf, la ruota panoramica London Eye e il Gherkin, tanto per farci un esempio.

 

hampstead

Tornati a casa dopo la lunga camminata avevamo voglia di qualcosa con cui fare merenda… e in 10 minuti ecco pronto il dolce da informare.

Il tegamino che vedete nella foto é uno dei nuovi prodotti Pyrex Wave, in ceramica naturale e dal meraviglioso color grigio pietra.

Se piace anche a voi e come me adorate i prodotti Pyrex, tornate sul blog domattina perché c’è una bellissima sorpresa per voi. :)

IMG_9446

 

Ingredienti per un tegamino Pirex da 11 cm
burro per ungere
25g di zucchero semolato superfine, più extra per spolverare
3 prugne, tagliate a spicchi
20g di farina
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
90ml di panna
1 uovo

Realizzazione

Preriscaldare il forno a 180 ° C. Ungere il tegamino Pyrex con il burro e spolverare con lo zucchero.
Mettere le prugne nel tegamino. Aggiungere la farina, lo zucchero, la vaniglia e la crema nel mixer e con la frusta mischiate il tutto. Aggiungere le uova e sbattere fino a che il composto diventa liscio. Versare il composto sopra le prugne e cuocere in forno per 40 minuti o fino a quando si gonfia e diventa dorato. Servire tiepido… se volete con del gelato alla crema per un vizio in più. :-)

 

plums

English Recipe

Ingredients for a 11cm pan
butter for greasing
25g caster superfine sugar, plus extra for dusting
3 plums, stones removed and halved
20g plain flour
1 teaspoon vanilla extract
90ml single cream
1 egg

 

Preheat oven to 180°C. Grease the Pyrex pan with the butter and dust with sugar.
Place the plums in the dish. Place the flour, sugar, vanilla and cream in a bowl and whisk to combine. Add the eggs and whisk until smooth. Pour the mixture over the plums and bake for 40 minutes or unitl puffed and golden. Serve warm.

clafoutis2

sonia

 

 

 

Brioche Parisienne e una sorpresa per voi

7

Pyrex per me è una garanzia di qualità da anni. A casa dei miei non si contano più le pirofile in vetro e gli stampi in metallo, quando mi sono trasferita a Genova uno dei primi acquisti in cucina furono proprio le pirofile Pyrex e anche a Londra sono entrate praticamente subito nella nuova cucina.

Il motivo è semplice: nonostante l’uso più che intensivo, questi prodotti non hanno un graffio o un segno di usura del tempo. E poi sono anche garantiti 10 anni* e vanno in forno, nel microonde, nel freezer e in lavastoviglie, vi sembra poco?! Non a caso il 90% dei prodotti in vetro che si trovano in vendita nel casalingo della grande distribuzione, sono prodotti da loro.

Insomma capite quindi che quando Pyrex mi ha contattata per testare i loro prodotti, non ho aspettato un secondo nel rispondere: sì!

Durante i prossimi due mesi io e le altre quattro blogger che aderiscono al progetto (Sara - Genny - Claudia - Elena), pubblicheremo quattro ricette ciascuna che avranno in comune la cottura nel forno.

E per voi, oltre alle mie ricette che spero vi piacciono, Pyrex ha indetto un concorso per voi chiamato “Il premio è servito”. Partecipare è davvero semplice e si può fare in due modi: nel primo basta registrarsi in maniera completamente GRATUITA, compilando un form con i propri dati personali necessari per partecipare. Nel secondo basta acquistare un prodotto Pyrex tra quelli in promozione e inviare un SMS al numero indicato per partecipare all’estrazione finale. Trovate tutti i dettagli e il regolamento sul sito Pyrex.

I premi sono interessantissimi, si parla di iPad 2, set di prodotti Pyrex, 1 cena a casa vostra per 6 persone con personal chef ed una bellissima macchina fotografica digitale Reflex Canon EOS 550d + kit 18-55 + 75-300 (e da canonista orgogliosa non posso che raccomandarla :)).

Che fate quindi, partecipate?

 

Vi lascio con la mia prima ricetta dedicata alla colazione, seguiranno poi quelle per il pranzo e la cena e infine… una ricetta bonus. Curiosi? :)

* 10 anni è la garanzia per i prodotti in vetro borosilicato.

Ingredienti:
450 gr farina manitoba (divisi in 125 + 325 gr)
3 uova + 1 rosso
1 tsp lievito
3 tbsp zucchero (divisi in 1 + 2 tbsp)
un pizzico di sale
65 ml di acqua appena tiepida (non troppo calda per non rovinare il lievito)
150 gr burro di buona qualità ammorbidito a temperatura ambiente
Il bianco d’uovo rimanente
Un po’ di latte

Realizzazione

Per prima cosa prepariamo la “biga”.
Versiamo l’acqua in una ciotola, aggiungiamo il lievito, un cucchiaio di zucchero e facciamo sciogliere bene con una forchetta. Aggiungiamo 125 gr di farina e mescoliamo. Trasferiamo sulla spianatoia e impastiamo finché il tutto risulta liscio e non troppo difficile da lavorare (eventualmente aggiungiamo acqua, un cucchiaio alla volta). Formiamo una palla e rimettiamo nella ciotola. Incidiamo a croce, copriamo con la pellicola trasparente e un canovaccio. Tempo un’ora, il volume dell’impasto dovrebbe essere raddoppiato: possiamo proseguire.
Setacciamo la farina rimanente (325 gr) nel contenitore dell’impastatrice, aggiungiamo lo zucchero (due cucchiai) ed un pizzico di sale. A parte, mescoliamo bene le 3 uova più il tuorlo prima di aggiungerle alla farina. Impastiamo un po’ (un minuto) usando il gancio a bassa velocità e poi cominciamo ad aggiungere la biga a pezzettini. Impastiamo ancora per 5 minuti, poi aumentiamo la velocità. Trascorsi 10 minuti l’impasto dovrebbe essere liscio e ben elastico. Raccogliamo a palla e lo mettiamo a lievitare (coperto dalla solita pellicola più canovaccio) in una ciotola capiente che abbiamo imburrato.

Dopo due ore, quando l’impasto è raddoppiato di volume, lo trasferiamo sulla spianatoia. Senza stropicciarlo, lo schiacciamo con le mani e tagliamo sei quadrati da 110 gr: dose perfetta per il tegame rettangolare Pyrex 26x17cm. Formiamo sei palline esattamente come faremmo per la pizza, le disponiamo una accanto all’altra nel tegame imburrato. Avanzerà un po’ di impasto che potrete usare, ad esempio, per una treccia.

In una tazza, mescoliamo il bianco d’uovo con un cucchiaio di latte. Spennelliamo leggermente il contenuto del tegame con questo composto, in modo che non asciughi.

Trascorse altre tre ore, la brioche dovrebbe essere lievitata e aver coperto completamente la superficie del tegame. Dovrebbe aver superato il bordo superiore del tegame, non ci resta che spennellarla nuovamente (siate delicati se non volete che si sgonfi) ed infornarla a 180 gradi.
La cottura impiega circa mezz’ora e vale il solito trucco dello stuzzicadenti… :)

Photo diary

4

Dieci post in bozza… dieci post!?

Controllando su WordPress i post in bozza scopro di averne decisamente troppi, alcuni non sono più pubblicabili (vedi eventi passati). altri, come quello qui di seguito, sono vecchi di un anno ma non ho mai deciso di pubblicarli perchè le foto non rendevano per nulla merito alla ricetta.

Ma oggi ho deciso di fare pulizia e quindi vi posto comunque le foto.

E voi abbandonate mai un post a metà perchè non vi convince qualcosa?

Chocolate Muffin


Macarons, first shot with my Canon EOS 5D Mark II :-)

Marmalade cupcakes

Complice il bellissimissimo libro Cupcakes – piccoli lussi per il palato (Foto di Brett Stevens, Luxury books. Euro 19,90) regalatomi da Sergio questa era la mia prima produzione di cupcakes.

Personalmente adoro quel libro, come adoro il fratello sui biscotti, le foto sono splendide e le cupcakes sono ambientate in locali che fanno tanto british tra divani e bellissime alzatine e anche qualche statuetta un po’ kitsch, del tipo che regalavano ai matrimoni qualche anno fa. :-)

Japanese french cakes.
L’intento era fare un post su tutti i dolci che abbiamo mangiato in Giappone… e vi assicuro che erano proprio tanti :-)


Tamago roll (come la girella, ma molto molto più buona)

Inside the pink box you find the sakura-mochi :-)
en.wikipedia.org/wiki/Sakuramochi

Tartelettes con fragole, mascarpone e biscotti di farro Prometeo Urbino

2

Ecco la terza ricetta in collaborazione con Prometeo Urbino.

Finalmente è tempo di fragole e dolci freschi alla frutta. Adoro queste tortine perché sono golose, ma allo stesso tempo facile e veloci da preparare, anche per una cena dell’ultimo minuto. I biscotti di farro con gocce di cioccolato Prometeo sono una base perfetta per la tartelette perché correggono la dolcezza della crema al mascarpone e creano un equilibrio di gusti.

Cosa ne pensate? Trovate la ricetta qui.

Torna su