Verdure

Vellutata di zucca e il primo proposito per il nuovo anno

0
zucca3
Ed eccoci qui, con una Moleskine bianca, pronta ad accogliere I pensieri e gli obiettivi del nuovo anno. Una stanza vuota da riempire. Tanti i buoni propositi che ho stilato, tutti incentrati sull’essere una persona migliore, non solo con il prossimo ma anche con me stessa, il mio avversario più temibile. (Magari gli obiettivi li condivido qui sul blog, che ne dite? Così a fine anno me li trovo li, scritti nero su bianco e non posso barare).
Intanto inizio con il portare avanti quello iniziato lo scorso anno: mangiare meglio, mangiare più verdura.
L’anno scorso ho scoperto i broccoli e provato il cavolfiore, i cavoletti di Bruxelles e una quantità di legumi mai sentiti prima.
Con questo proposito, allargato a mangiare meno carne e meno junk food – le patatine sono il mio tallone d’Achille – condivido con voi una delle mie vellutate preferite e, caso vuole, che la zucca abbia pochissime calorie e si riveli quindi perfetta per questo post-feste-sono-ingrassata-5KG!
zucca4
Ingredienti
  • Zucca mantovana, pulita, 1 kg
  • Patate 200 g
  • Brodo vegetale 1lt
  • Rametti di rosmarino fresco
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Noce moscata 1 pizzico
  • 2 spicchi di aglio
  • Mezza cipolla bianca
  • Olio evo
  • Parmigiano Reggiano  (facoltativo)
  • Crostini di pane (facoltativo)

zucca1

Realizzazione
Dopo avere tolto la buccia e i semi, tagliate la polpa di zucca a fette, sbucciate le patate e tagliatele a quadratini. Condite la zucca con olio, sale, pepe, rametti di rosmarino fresco e fatela cuocere in forno a 180C° per circa 40 minuti. Tritate finemente la cipolla e soffriggetela in pentola con l’olio d’oliva e l’aglio schiacciato.
Aggiungete le patate in pentola e qualche mestolo di brodo in modo da coprire il contenuto.
Lasciate cuocere con il coperchio a fuoco basso per circa 20-30 minuti, o fino a quando le patate non sono cotte. Se le patate dovesse asciugare troppo, aggiungete altro brodo, un mestolo alla volta.
Aggiungete la zucca alla zuppa, aggiustate di sale e pepe ed aggiungete la noce moscata. Quindi togliete la zuppa dal fuoco e, con l’aiuto di un mixer o di un frullatore a immersione, riducetela ad una crema liscia. La vellutata di zucca a questo punto è pronta, servitela calda con un filo d’olio e se volete accompagnata da un’abbondante spolverata di Parmigiano Reggiano e crostini di pane tostato.
Post in collaborazione con Le Creuset.
zucca2

Torta salata con ricotta e broccoli e una rivelazione

1

broccoli1

Non so voi, ma ci sono alcune verdure che ho sempre faticato ad usare, ad esempio i broccoli. Sono arrivata alla soglia dei 30 che non avevo mai mangiato un broccolo, se non camuffato frullato con altri ingredienti. Poi un giorno nel reparto verdura del Tesco decido di comprarlo e tò… scopro pure che mi piace.

Dopo anni passati a dannare mia madre con “questo non lo mangio nemmeno se preghi” (ho ingentilito la frase per esigenze di pubblicazione :-)), scopro che alcune delle verdure che mi proponeva non sono niente male. Ho ancora però un problema enorme con i cavolfiori, qualcuno ha la ricetta magica per farmene innamorare?

broccolo3
Ingredienti

  • 1 rotolo di sfoglia, io ho utilizzato quella della torta Pasqualina che non trovo pesante, la ricetta qui. Se preferite comprarla prendete una brisè di qualità
  • 2 Broccoli
  • 1/2 cipolla
  • 2 spicchi di aglio
  • 450g ricotta
  • 4 uova
  • Parmigiano Reggiano
  • Olio evo, sale, noce moscata e pepe

broccolo4

Realizzazione
Preparate un soffritto con cipolla e aglio. Fate cuocere i broccoli al vapore o nel microonde per circa 6 minuti e poi saltateli in padella con la cipolla per un paio di minuti.
Nel frattempo mischiate in una ciotola la ricotta e le uova, regolate di sale, pepe e noce moscata.
Rimuovete l’aglio dalla padella e aggiungete i broccoli nella ciotola con la ricotta.

Ricoprite con la pasta brisè la tortiera già imburrata, versate il mix di broccoli e livellate.
Grattugiate (abbondante :-)) Parmigiano Reggiano sulla torta salata e bagnate con del latte o un tuorlo d’uovo i bordi della torta, mettete in forno a 180° per 30 minuti circa, fino a quando i bordi non saranno dorati.

Post in collaborazione con Le Creuset.

broccolo2

Ci prepariamo per Halloween: Zuppa con zucca e cicerchie

0

zucca2

orange

Uno dei miei momenti preferiti dell’anno, Halloween, sta arrivando e la mia board di Pinterest è ormai zucca tematica.

Qualche giorno fa si commentava su Instagram con La Cuochina che prima di trasferirci in Uk nessuna delle due si filava la zucca e adesso ne siamo “ossessionate”… sarà un segno che stiamo diventando un po’ British? :-) D’altronde qui ogni negozio è un tripudio di zucche multicolore ed è diffile resistere!

zucca1

Ingredienti per 4

  • 500 g di zucca (nel mio caso Butternut squash)
  • 250 g di cicerchie (tenute a bagno per almeno 12 ore)
  • 4 spicchi di aglio
  • 1 cipolla
  • 1.5 lt di brodo vegetale
  • un cucchiaino di timo
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe

 

zuppa1  zucca3

Realizzazione

Fate soffriggere 2 spicchi di aglio e la cipolla in una pentola di ghisa – permette lunghe cotture – con un po’ di olio. Preparate a parte il brodo vegetale.

Quando il soffritto è pronto aggiungete le cicerchie in pentola e coprite con il brodo, facendo cuocere il tutto a fuoco lento.

Sbucciate la zucca e tagliatela a dadini piccoli. Tritate i restanti due spicchi di aglio e soffriggeteli in una padella con 2 cucchiai di olio, il timo tritato e la zucca; abbassate la fiamma e cuocete, per 10 minuti circa, mescolando con un cucchiaio di legno.

Aggiungete la zucca nella pentola con le cicerchie e fate cuocere per altri 30 minuti circa. Assaggiate e regolate di sale e pepe. Quando la zucca e le cicerchie sono cotte, siete pronte per addobbare la casa con zucche e ragnatele. ;-)

 

Post in collaborazione con Le Creuset.

zuppa2

Aperitivo: bruschetta con salame e finocchio

0

Come si produce il salame

I vari salami italiani possono presentarsi in modo molto diverso tra loro, a seconda delle dimensioni, della grana, del tipo di spezie aggiunte all’impasto e del periodo di stagionatura. Esistono però una serie di elementi comuni che definiscono il ciclo di lavorazione di questo salume: una prima fase di triturazione di carne e grasso di suini selezionati; la miscelazione con sale, aromi e speziel’eventuale aggiunta di altri ingredienti (come ad esempio aglio, peperoncino, finocchio); l’insaccamento dell’impasto: infine la fase di stagionatura in appositi locali, per un periodo variabile secondo le dimensioni e le caratteristiche del prodotto.

- See more at: http://www.salumi-italiani.it/it/conoscere-i-salumi/salame.php#sthash.xwrF4vBX.dpuf

salame2

Ed eccoci con la seconda ricetta in collaborazione con ISIT e scopriamo il secondo prodotto che ho ricevuto: il Salame Cacciatore.

Salametto di forma cilindrica, consistenza compatta e non elastica e il profumo è delicato e caratteristico.
Si contraddistingue per la particolare dolcezza del gusto, l’assenza di sapori acidi o legati a speziature e la morbidezza della masticazione.

La stagionatura è breve, ma di almeno 10 giorni, per consentire un consumo immediato.

I Salamini Italiani alla Cacciatora D.O.P. sono ottenuti dai migliori suini italiani, gli stessi utilizzati per i Prosciutti D.O.P. di Parma e di San Daniele.

Una nota su come si produce il salame
I salami italiani possono presentarsi in modo molto diverso tra loro, a seconda delle dimensioni, della grana, del tipo di spezie aggiunte all’impasto e del periodo di stagionatura. Esistono però una serie di elementi comuni che definiscono il ciclo di lavorazione di questo salume:

  • una prima fase di triturazione di carne e grasso di suini selezionati;
  • la miscelazione con sale, aromi e spezie
  • l’eventuale aggiunta di altri ingredienti (come ad esempio aglio, peperoncino, finocchio);
  • l’insaccamento dell’impasto: infine la fase di stagionatura in appositi locali, per un periodo variabile secondo le dimensioni e le caratteristiche del prodotto.

salame

 

Ingredienti per 4 bruschette

  • 4 fette di pane, meglio un pane nero come quello di segale
  • Olio di oliva extravergine, 3 cucchiaini
  • 1 finocchio tagliato a fette sottili
  • 1 cucchiaino di sale 
  • 1 spicchio d’aglio, tritato
  • 1 salame Cacciatore tagliato a fette sottili
  • Pepe nero appena macinato

Realizzazione

  • Spennella entrambi i lati delle fette di pane con l’olio d’oliva e mettile su una bistecchiera molto calda per un paio di minuti, fino a quando sono tostate su entrambi i lati.
  • In una pentola antiaderente, scaldate un cucchiaio d’olio a fuoco medio-alto. Aggiungete i “bulbi” di finocchio e il sale. Soffriggete per circa cinque minuti, fino a quando il finocchio è ammorbidito e leggermente dorato. Aggiungete l’aglio e mescolate per un altro minuto. Posizionate un paio di fettine di finocchio su ogni bruschetta e aggiungete le fette di salame Cacciatore.
  • Guarnite ogni bruschetta con le foglie (la “barba”) del finocchio, un cucchiaino di olio evo e pepe nero.

salameweb

 

Tart estiva con tonno e pomodorini

0

Tart-estiva-con-tonno-e-pomodorini

Ed eccoci giunti, come ogni anno, alla pubblicazione dell’ultima ricetta in collaborazione con i miei amici di Angelo Parodi.

Solitamente l’ultima ricetta coincide con l’inizio delle vacanze estive e anche quest’anno la tradizione si rinnova, ecco perché  una tart con i pomodorini e il tonno, voglio fare il “pieno di colore” per prepararmi alle vacanze. :-)

- Tre alla partenza!

 

 

Torna su