Tradizione

DIY Valentine’s Day Ideas

0

chalkboard

 Chalkboard Valentines with Sweet Book Page Ruffles

 

Free Printable DIY Valentines with Avery Labels

Free Printable DIY Valentines with Avery Labels

 

FREE Valentine's Day Bag Topper Printable

Valentine’s Day Bag Topper Printable

 

insects

“Will you Bee my Valentine?” …and other Handmade Buggy Valentines

 

Treat Box Tutorial for Parties
Treat Box

 

valentine_cup_wrappers

DIY ‘JE T’AIME’ COFFEE CUP WRAPPERS

 

Valentine-craft_Foxy-favor-box

Foxy valentine favors

http://blog.paper-source.com/how-to/how-to-foxy-valentine-favors/

 

Valentine-crayons

Crayon Heart Valentines | Lifestyle Crafts

 

Valentines-Decor

Heart Wreath

 

Zuppa con lenticchie, fagioli, prosciutto e Parmigiano Reggiano

0
 fagioli3
Il 30 Novembre è tornato l’appuntamento con la  Parmigiano Reggiano Night, la cena 2.0 che unisce tutti gli amanti del Re dei formaggi in una serata da condividere con gli amici all’insegna del gusto…di stare insieme!
Da amante del Parmigiano ho voluto partecipare con questa ricetta che ho trovato sul loro sito, al quale ho apportato qualche piccolo cambiamento adattandolo a ciò che avevo in casa.
Buona settimana e buon Dicembre, mancano solo 23 giorni a Natale… siete pronti?! :-)
zuppa_blog

Ingredienti

  • 100 g di fagioli secchi (per me Fagioli Corona  e Fagioli dell’Occhio del mio caro amico Prunotto)
  • 50 g di lenticchie
  • 60 g di Prosciutto di Modena DOP (grazie all’ISIT, l’istituto salumi italiani tutelati)
  • 1 litro di brodo vegetale
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • Parmigiano Reggiano
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

IMG_1585

Realizzazione

Preparate i legumi secondo le indicazioni degli stessi. Lavare la carota e la cipolla, tritarle finemente e soffriggerle in una casseruola adatta alle lunghe cotture, insieme al prosciutto. Quando le verdure risultano dorate, aggiungere i legumi. Tostare leggermente per qualche minuto poi aggiungere il brodo vegetale precedentemente scaldato. Continuare la cottura a fuoco basso per circa 60 minuti.
Servire la zuppa con abbondante Parmigiano Reggiano, olio extravergine e pepe a piacere.

fagioli2

Halloween Collection

0

Print

Dalla quantità di zucche, festoni e zombie-cupcakes che vedo in giro direi che Halloween è vicino. E quindi alla faccia di quelli che appenderanno questo poster alla loro porta, noi ci prepariamo ad accogliere chi busserà alla porta degnamente.

Qui sotto alcune idee per la serata, ma altre sono già nel calderone a ribollire….

halloween_collection

Prima foto in alto a sinistra: Fonduta nella zucca

Halloween cupcakes and toppers

Halloween photos

Dita della strega per bimbi

 

Le 5 cose da fare ad Altamura e una da evitare – verso Sud parte II

7

panni

Finalmente, dopo mesi, riesco a trasferire dalla carta al web la seconda parte di appunti presa durante il viaggio #leodovesei. La prima tappa Matera, ve la racconto qui, mentre oggi vi parlo di Altamura e dei miei “5 must-see”.

1 Molino Artigianale Dibenedetto

Iniziamo la mattina ad Altamura con il signor Di Leo che da perfetto cicerone ci accompagna sicuro tra le vie della città raccontandoci aneddoti locali. Intorno alle 10 arriviamo al Molino Dibenedetto, perfettamente funzionante e… in pieno centro!
Il signor Mario e la sua famiglia ci hanno accolto mostrandoci le attrezzature del molino e le fasi della macinatura del grano. Il molino risale ai primi anni ’50 e nel 2002 è stato ristrutturato, ma in realtà, sia la disposizione che i macchinari, sono rimasti pressoché immutati salvaguardando la storia e i metodi tradizionali.
Tra i cereali utilizzati troviamo grano, farro, Khorasan – conosciuto come Kamut – e frumento duro “Senatore Cappelli”.
Trovate il molino in Via Aquileia, 170022 ad Altamura e la famiglia Dibenedetto è sempre felice di mostrarlo e di raccontarne le origini e il funzionamento.

foto 1(1)


2 Cucina pugliese

Due giorni mi sono bastati per decidere che devo tornare il prima possibile e ammetto che la cucina assume un ruolo importante in questa decisione: orecchiette con le cime di rapa, cicoria con la purea di fave, cavatelli con le cozze, patate, riso e cozze, focaccia barese, Caciocavallo, zeppole, sono solo alcuni dei piatti che potete trovare in Puglia e anche se non ho potuto assaggiare tutto, da quel che ho visto c’è da divertirsi per giorni! :)

focaccia_barese

3 Antico Forno Santa Chiara

Circondato delle tipiche case del borgo, ecco uno dei primi forni pubblici di Altamura, datato 1423 e ancora in funzione. Il forno a legna enorme, circa 50 metri, cuoce il famoso pane di Altamura e la focaccia pugliese. All’interno dell’Antico Forno Santa Chiara è possibile assistere alla suggestiva lavorazione “a vista” del pane di Altamura, D.O.P. dal 2005, che viene prodotto solo all’interno della zona d’origine con grano raccolto esclusivamente dai dintorni. Il pane si ottiene mescolando la semola rimacinata di grano duro con acqua e lievito naturale, il tutto si lascia riposare per qualche ora e, rispettando le tradizioni, si cuoce nei forni a legna all’alba per essere presente sui banconi già alle prime ore del mattino.
Via L. Martucci 10, Altamura

foto 4(2)
foto 3(2)  foto(1)

 

4 Basilica di Santa Maria Assunta

Giriamo l’angolo ed eccola, imponente sulla piazza, la basilica di Santa Maria Assunta, conosciuta come duomo di Altamura.
Duomo voluto da Federico II e costruito in differenti stili architettonici, ha una meravigliosa facciata caratterizzata dai due alti campanili e da un portale quattrocentesco, affiancato da veri capolavori di arte pugliese, i poderosi leoni stilofori risalenti al 1500.

foto

Bebi Bistrot, Via Amedeo di Savoia, 19, 70022 ALTAMURA.

Alla sera ci dirigiamo verso un vero e proprio concept store, uno di quelli che trovi a New York e non ti aspetteresti in Puglia: reparto donna, uomo, bookshop, galleria d’arte – che ha gia’ ospitato mostre di Andy Warhol e Olek -  bar e ristorante collocati in un palazzo di inizio ‘900. Il ristorante si chiama Bebi Bistrot, arredamento bianco e nero, enorme terrazza con vista sulla piazza e cucina a vista. Ottimi i piatti che abbiamo provato, in particolare ho apprezzato la calamarata con ragù di cernia e zafferano – sono una tipa da pasta. :-)

foto 1(1)
foto 2(2)
foto 3(2)

Da Evitare

Non fate come ho fatto io, in preda alla gola mi sono abbuffata – troppo – di pane e focaccia al forno Santa Chiara e sono arrivata alla Caffeteria del Viale, viale Regina Margherita 10, senza piu uno spazio libero nello stomaco.

Ed ecco che la signora mi porge il piattino qui sotto: deliziose monachelle – o sospiri senza glassa o ancora tette della monaca, non si finisce mai di imparare :) – e dei meravigliosi babà, che non sono praticamente riuscire ad assaggiare.

Quindi la lezione e’, non fate come me, non abbuffatevi gia alle 11 del mattino perche fidatevi, troverete tante altre cose deliziose da assaggiare sul sentiero del vostro viaggio in Puglia. ;-)

foto 5(1)

Grazie ancora al Biscottificio Di Leo che mi ha invitata a scoprire la loro terra, lo stabilimento e i prodotti, al signor Di Leo per il suo tempo e per averci accompagnato a scoprire angoli e storie bellissime e ai miei compagni di viaggio, che spero di rivedere presto!

dileo

P.S. Le informazioni qui sopra provengono dagli appunti raccolti nel nostro viaggio, da Wikipedia e dai siti dei locali citati. Se avete informazioni da aggiungere vi invito a farlo nei commenti sotto, così da aumentare le mie conoscenze e contribuire ad un articolo piu completo. Grazie a tutti :-)

Vietnamese Chicken Pho – Gả Pho

0

 chicken_pho_web

English Version Below

Pho è una zuppa di noodle vietnamita composta da brodo, noodles di riso, spezie e carne. Viene considerato il cibo di strada più popolare in Vietnam ed è la specialità di molte catene di ristoranti di tutto il mondo. Il Pho viene servito principalmente con carne di manzo o di pollo.

Ingredienti (per 4 porzioni abbondanti)

1,25 litri di acqua fredda

4 cosce di pollo con ossa e pelle

1 cipolla grande, affettata

4 spicchi di aglio

2 cucchiaini di semi di coriandolo

2 baccelli di cardamomo

2 anice stellato

2-4 pezzi di corteccia di cannella

2 cucchiai di zucchero di palma

1 lemongrass

fette spesse 2 centimetri di zenzero

4-5 tablespoons fish sauce (salsa di pesce)

chicken_pho_prep

 

Preparazione

1. Mettere tutti gli ingredienti sopra in una grande pentola colma di acqua.

2. Portate ad ebollizione e fate bollire per circa 10 minuti, poi fate sobbollire ancora per almeno un’ora.

Brodo

Dopo un’ora togliere il pollo dal brodo. Assaggiate e regolate il sapore aggiungendo la fish sauce, perché è proprio questa salsa che da il sapore al brodo. Non aggiungete sale perché la fish sauce ne contiene già abbastanza.

Quando il pollo si è raffreddato, rimuovere la pelle e le ossa.
Affetta il pollo a straccetti e coprilo con un panno per mantenerlo umido. Mettete le ossa nel brodo e continuate a cuocerle per altre 2 -3 ore.
Dopo 2-3 ore, scolare il brodo in una nuova pentola passandolo attraverso un colino per rimuovere tutte le ossa.
Aggiungete il pollo alla zuppa nella nuova pentola e riscaldate il tutto.

Per finire

125g rice noodles – noodles di riso, li trovate in tutti i supermercati orientali e ormai anche in molte catene italiane

un manciata abbondante di germogli di soia

2 cipollotti, affettati finemente

una manciata di menta, coriandolo o menta vietnamita

una manciata di basilico asiatico (Thai basilico)

4 spicchi di lime

scalogni fritti

peperoncini freschi, finemente affettati

Per servire – una porzione

Immergere i rice noodles in acqua bollente e lasciarli immersi per circa 20 minuti – o secondo le indicazioni riportate sul packaging dei noodles. Scolare i noodles e lasciarli asciugare.
Mettere una manciata dei precedenti noodles sul fondo di una ciotola e aggiungere un pugno di germogli di soia.
Aggiungere il pollo e successivamente un mestolo abbondante di brodo.
Guarnire la zuppa con il cipollotto, la menta, il coriandolo, il basilico, il peperoncino e una spruzzata di lime.
Se necessario regolate il sapore aggiungendo un cucchiaio di fish sauce e una spolverata di pepe.

2013-07-26_1374868444

 English Version 

Pho is a Vietnamese noodle soup consisting of broth, linguine-shaped rice noodles, a few herbs, and meat. It is the most popular street food in Vietnam and the specialty of a number of restaurant chains around the world. Pho is primarily served with either beef or chicken.

Ingredients (serves 4 generously)

1.25 litres cold water

4 chicken thighs with bones and skin

1 large onion, quartered

4 cloves of garlic

2 tsp coriander seeds

2 cardamom pods

2 star anise

2-4 inch piece of cinnamon bark

2 tablespoons palm sugar

1 lemongrass, bruised

2-4 inches ginger, sliced

4-5 tablespoons fish sauce

 

Preparation

1.      Put all the ingredients above into a large pan with water.

2.      Bring to a boil and boil for 10 minutes, then simmer for a minimum of an hour.

 

Stock

  1. After an hour remove chicken from stock. Taste, and add more fish sauce for that perfect balance.
  2. When the chicken is cool enough to handle, remove skin and bones.
  3. Slice chicken into strip and cover to keep chicken moist. Put the bones back into the stock and continue to simmer for another 2 -3 hours.
  4. After 2-3 hours, drain the stock into another pan using a sieve to remove all the bits.
  5. To warm up the chicken place it on a sieve over the simmering stock pan for 30 seconds.

 

To Finish

125g rice noodles

Large hand full of bean sprouts

2 spring onions, finely sliced

Handful of mint, coriander or Vietnamese mint

Handful of Asian basil (Thai basil)

4 lime wedges

Fried shallots

Fresh chilies, finely sliced

 

To Serve – one portion

  1. Cover the rice noodles in boiling water, and leave for 20 minutes. Drain, and then leave to dry and set aside.
  2. In a bowl, place a handful of noodles in the bottom, then top with a small handful of bean sprouts.
  3. Add a few slices of chicken then pour over a large ladleful of stock.
  4. Garnish with the spring onion, mint, coriander, basil, sliced chilies and a squeeze of lime.
  5. Season with more fish sauce, and freshly ground pepper if required.

 

 

 

Torna su