Recensione

An evening at Osteria dell’Angolo between Scialatielli and a Sicilian octopus

0

   carpaccio

Italian Version

Osteria dell’Angolo e’ un ristorante Italiano situato nel cuore di Westminster e lo chef Massimiliano Vezzi ha portato le radici della sua cucina dal Sud Italia a Londra. Durante una sera in cui sono stati invitati una selezione di food bloggers, lo chef ha presentato le ultime aggiunte al menu.  Abbiamo iniziato con delle capesante scottate alla paprika con caponata di verdure ed olive, divine, morbide e cotte perfettamente.

Il carpaccio di polpo siciliano è stato il piatto seguente, servito con patatine novelle, sedano, carote ed un profumato condimento al limone. Entrambi i piatti sono stati accompagnati da un Prosecco.

polpo

Il carpaccio di carne salata fatta in casa con insalata di bieta rossa, scaglie di Parmigiano Reggiano e condite con aceto di vino rosso e miele è stato così delicato da sciogliersi in bocca. Lo Chef ha preparato una marinatura a secco con erbe per 24 ore prima di servirlo.

Scialatielli sorrentini con polpa di granchio e zucchini grigliate è uno dei nuovi piatti all’Osteria dell’Angolo. Gli Scialatielli sono una specie di tagliatelle corte fatte con farina, acqua e sale ed in questa tipica ricetta sono stati cotti nel  brodo di pesce per dare quel  gusto particolare e delizioso.

La pancia di maialino da latte è stata squisita, servita con patatine novelle, cipollotti, mini capperi e vincotto balsamico, una salsa scura e dolce ottenuta cuocendo lentamente per ore e riducendo il mosto non fermentato. Non molti ristoranti usano il vincotto, ma all’Osteria dell’Angolo questo condimento e’ presente in diversi piatti del menu.

Abbiamo terminato la cena con il Tortino Caprese, originario dall’Isola di Capri, fatto con mandorle, nocciole e cioccolato e servito con una pallina di gelato fior di panna. Dal 30 giugno al 30 settembre, cenando all’Osteria dell’Angolo  al 47 Marsham Street SW1P 3DR,  alla fine del pasto insieme al conto vi verrà data una scheda da compilare per avere la possibilità di vincere un viaggio per due in Toscana e visitare la Cantina Bargino della famiglia Antinori.

Guest post by Cris Polizzi. Photos by Cris and Osteria dell’Angolo.

10468221_801008186583920_453567475455676478_o

English Version below

Osteria dell’Angolo is an Italian restaurant located in the heart of Westminster and its chef Massimiliano Vezzi has brought his cookery roots from South of Italy to London. During an evening with a selection of food bloggers he unveiled his latest additions to his delicious menu. We’ve started with some seared scallops with paprika, mixed vegetables caponata and black olives. The scallops were divine, soft and perfectly cooked.

A Sicilian octopus carpaccio followed, served with new potatoes, celery, carrots and a lemon scented dressing.  These fish based dishes were accompanied by a bubbly Prosecco, chilled at the right temperature.

The home cured beef Carpaccio with red-chard leaves, parmesan cheese shavings and red wine vinegar and honey dressing was so delicate that it melted in the mouth. The Chef dry marinated the piece of beef with herbs for at least 24 hours before thinly slicing and dressing it.

Scialatielli from Sorrento with fresh crab meat and grilled courgettes is one of the new signature dishes at Osteria dell’Angolo. Scialatielli is a kind of short tagliatelle made with flour, water and salt and in this typical recipe it has been cooked in fish broth in order to give that particular and delicious taste.

22

The slow cooked suckling pig belly has been exquisite, served with new potatoes, spring onions, mini capers and balsamic sauce reduction called “Vincotto” (cooked wine) a dark sweet dressing made by slowly reducing unfermented grape must. Not many restaurants use this condiment but at Osteria dell’Angolo it is used in several dishes on the menu.

We’ve finished our luxurious meal with the “Tortino Caprese” originally from the Island of Capri made with almond, hazelnut and chocolate and served with a scoop of “fior di panna” ice cream.

From the 30th of June until the 30th of September, dining at Osteria dell’Angolo at 47 Marsham Street SW1P 3DR, by filling a form at the end of your meal, you’ll have the chance of winning an amazing trip for two to Tuscany, including a tour of the Antinori’s Bargino Winery.

Guest post by Cris Polizzi. Photos by Cris and Osteria dell’Angolo.

905402_745220058829400_595059611_o

Pizza in London: my top 5 favourite Italian places

0

italianfoodguide

I am super excited to share with you the last collaboration I have started: I have became an editor for the online magazine Italian Food Guide http://www.italianfoodguide.net!

Every week I will write about the Italian world in London starting with one of the most popular and loved dishes in the world​: ladies and gentleme​n here comes​ the queen Pizza!

Here you can find my list of the 5 ​best true Italian pizzerie. I could ​include only 5 this time and had to leave out a few other ​good spots. I’ll tell you which they are later on in an updated article.
I hope you like it and if you have any other recommendations, let me know!

 

A few weekends ago and Nico Didonna fashion show

2

_DSC0367

 

Sabato mattina, il sole splende e ci sono 10 gradi, via si parte per godersi una Londra soleggiata.

Prendiamo il bus n°13 e dopo una viaggio attraverso le vie dello shopping londinese, scendiamo ad Aldwich per recuperare l’ultima arrivata in famiglia, la Sony RX1, una meraviglia di compatta che credo ci darà grandi soddisfazioni. Tutte le foto del post sono state fatte con la Sony RX1 e sono il nostro primo test.

Recuperata la macchina siamo andati a pranzo al Counter del The Delaunay, uno dei miei posti preferiti che mi ricorda tantissimo i pranzi newyorchesi anche se sembra che si ispiri ai grandi Caffè europei.

E dopo un hot dog e un dolcino – ma la prossima volta provo il pretzel – via alla sfilata Autunno/Inverno di Nico di Donna, lanciata il 15 Febbraio.

————– English Version —————

Saturday morning, the sun is shining and there are 10 degrees, let’s go and enjoy London!

We hop on the bus number 13 that takes us to Aldwych, crossing a few classic shopping streets, to collect our latest shopping folly, the Sony RX1, a compact camera that I believe will give bring us a lot of satisfaction!
In this post our first photos with the Sony (and I still have to learn how to use the focus :-))

We stop at the Delaunay Counter for lunch, one of my favourite spots in London, that reminds me of New York.
After a hot dog and a lemon tart – next time I should try the pretzel: it looked really yummy :-) – we head off to the Autumn/Winter fashion show of Nico Didonna at the spectacular Bloomsbury location.

_DSC0361
Ok bisogna imparare la messa a fuoco, ma la foto mi piace moltissimo

_DSC0359

 

_DSC0377

_DSC0371I love her tattoo!
_DSC0393
  _DSC0382
_DSC0384
_DSC0386
_DSC0385
_DSC0390
_DSC0389  _DSC0394
_DSC0397
♥♥♥

_DSC0398

Nel Paese delle Stoviglie review: Automatic Tea Twinings by Ariete

4

La nuova macchina automatica firmata Ariete e Twinings, per i veri intenditori del tè.

Questa la definizione del nuovo “bollitore” di Ariete in collaborazione con Twinings, che ho avuto la possibilità di testare in questo mese grazie ad Ariete.

Sono sempre stata una consumatrice di tè (e collezionista di scatole da tè in latta) e da quando vivo a Londra, il consumo è decisamente aumentato, vuoi per quella bella sensazione di benessere che ti offre una tazza di tè caldo, quando la mattina entri in ufficio dopo un viaggio a 0 gradi, vuoi perchè qui è vissuto come un vero rito.

Vi lascio immaginare la faccia dei miei colleghi quando ho spiegato che bevo il tè puro, senza latte, zucchero o limone o ancora l’espressione del mio collega Raj, quando gli offerto una tazza di tè appena preparata e lui mi ha chiesto (serio!) se gli stavo offrendo acqua calda… per lui avevo sbagliato il tempo di infusione della bustina e non avevo aggiunto abbastanza latte. :-(

Insomma il mondo del tè è affascinante e complesso e una macchina come quella qui sotto, vi sarà decisamente di aiuto nel rendere una tazza di tè un rito dal sapore autentico.

Per vedere la Automatic Tea Twinings by Ariete in azione con un tè nero, guarda il video sotto (ps selezionate dalla rotellina 480p).

PRO

Selezione minuti di infusione.

Selezione temperatura acqua.

Cestino per bustine e tè in foglie removibile.

Facile da usare e da pulire.

 

CONTRO

Come spesso accade per le attrezzature con imballaggio in plastica, all’apertura l’odore di plastica è molto forte. Vi consiglio di utilizzare la macchina per una decina di volte con un tè strong (Earl Grey, English Breakfast, tè nero) e non molto costoso, in modo da eliminare l’odore della plastica. Dopo una decina di usi, la mia ha perso ogni odore e il tè è perfetto.

Il prezzo. Se per voi il tè è solo la bevanda del mattino per accompagnare gli Oro Saiwa, questo oggetto non fa per voi. Se invece come me, vi ritagliate la pausa tè come un qualcosa di sacro e magari investite in miscele e aromi importanti, se appena atterrate a Parigi cercate un sala da tè… allora non posso che consigliarvela! :-)

 

 

Nibblr launch event at Avista – London

1

English Version only.

Last Thursday I was invited to Avista, an Italian restaurant in 39 Grosvenor Square, London. The event was about the launch of Nibblr, a new social dining network. For the occasion the chef of Avista has created a special Italian menu for us in which every dish was matched with a wine.

Nibblr is a new social media network for foodies and socialites, talk to other users and book meals together. It’s a way to meet new people, whether you’re new to town, wanting to network with other foodies with similar interests or whether you’re a socialite. The site is also fantastic as you can make use of the discounted reservation in an exclusive restaurant and book a meal with your friends. The meals are available for any user to book a seat, so really you could meet anyone at dinner.

Neil Rafferty, the proud founder of Nibblr.
It’s been a great night with a very fun table, lots of chatting and delicious food. Below some of the dishes we enjoed during the evening.

The crab salad with avocado, papaya, basil and lemon sorbet with Vermentino Villa Solais, Santadi 2011, one of my favourite dish from the dinner.


Risotto with mushrooms and foie gras with Valtellina Superiore Sassella, Fay 2007.

Steamed salmon with asparagus, béarnaise sauce and Porto wine reduction with Chardonnay Fontanelle, Banfi 2010.

Plum tart with vanilla ice-cream with Moscadello di Montalcino, Banfi 2010.

If you’d like to know more, you can find info here or on Facebook.

Nibblr: good food, good company, good times.

Thanks to Nibblr for the fun, Janey and Ann for the invite and Avista for the food.

 

Torna su