Avviso ai lettori:

  • Questo post nasce in collaborazione con Stefania che conosco da molti anni e che ancora non finisce di stupirmi per tutta la passione che mette nelle cose che fa, compresa la nostra amicizia. Colleghe prima e amiche dopo, coltiviamo un’amicizia geek (nonostante Stefania dica di odiare i social network, ma eccola con un blog, e non dire che è colpa mia :-P) e organizziamo aperitivi sfiziosi di tanto in tanto per parlare di cucina o di shopping o di libri o di tutti e tre.
  • Questo post/collaborazione nasce grazie alla bella idea di amicizia di Genny in collaborazione con KitchenAid, e infatti partecipiamo al suo contest aggiungi un blogger a tavola
  • Ci siamo divertite un mondo a fare questo post insieme, ma proprio insieme nel senso che abbiamo spadellato a casa di Stefania (con 2 spettatori che ci osservavano un po’ straniti nel nostro passare con nonchalance dal puré di zucca, al libro illustrato di Mafalda, a George Benson all’aperitivo con formaggi e vino, perché anche le blogger mangiano, eccome se mangiano :-)).
  • Questo post aveva tante belle fotine che pubblicherò in un secondo momento che sto cercando di aggiornare, scusate il disguido. Perchè la sottoscritta è completamente fusa e nel partire per la montagna con tutto il suo quintale di elettronica per fare il post, era sì convinta di aver copiato le foto sulla chiavetta… e invece no :-( Quindi ora sono qui al caldo, fuori nevica, il tè per la merenda è pronto e le foto… sono a Genova. Stefy perdonami!

Quindi mi spiace per voi lettori ma se volete vedere già ora la ricetta dovete per forza subirvi il video seguente… sappiate solo che Sonia assume espressioni perplesse di fronte alla videocamera e muove compulsivamente le ginocchia perchè Sonia non è per niente affine al video e Stefania furbescamente se l’è svignata con la scusa di iniziare a preparare gli ingredienti.

Speriamo di non annoiarvi troppo, grazie per la visione!


Piccola annotazione, abbiamo scelto questa ricetta (presa da frolla&sfoglia teoria e pratica dell’impasto di michel roux) dopo svariate email di confronto sulle rispettive tradizioni perché abitando entrambe in un paese di mare, Lavagna io e Santa Margherita Stefania (proprio la Santa Margherita degli scampi favolosi), le nostre festività sono legata al pesce in tutte le forme e portate. E quindi tra un antipasto e un primo siamo arrivate alla conclusione che questo pesce in crosta di sfoglia era la ricetta che più accomunava le nostre famiglie.

Fate un salto anche qui per vedere la ricetta di Stefania e ancora grazie a lei per avermi sopportato in questa entusiasmante collaborazione. :-)

P.s. sotto il video trovate scritti ingredienti e realizzazione.

Ingredienti

  • pasta sfoglia pronta
  • rana pescatrice circa 250gr
  • cipolla 1
  • porro 1
  • erbe aromatiche: alloro, timo, rosmarino
  • prezzemolo
  • dragoncello
  • bietole 12 foglie
  • tuorlo 1

per le crepes alle erbe

  • farina 60gr
  • latte 150ml
  • uova 2
  • erbe fresche: prezzemolo, dragoncello, erba cipollina

per il purè di zucca

  • zucca 2,5kg
  • panna liquida 100ml
  • latte 100ml
  • fleur de sel, pepe

Preparate il purè di zucca:

Pulite, tagliate la zucca e cuocetela per una ventina di minuti in padella o comunque fino a quando non sarà morbida. Versate latte e panna in una casseruola, scaldare il tutto a fuoco basso.

Frullate la zucca, aggiungete panna e latte, salate e pepate a vostro gusto

Preparate le crepes alle erbe:

Sono facoltative ma la presenza di un quasi francese in cucina ci ha impedito di saltare questo passaggio. ;-) E poi, se ne avanzano, sono ottime da mangiare il giorno dopo con il purè di zucca passando il tutto appena qualche minuto in forno!

Mescolate con una frusta la farina, il latte e le uova fino ad ottenere una pastella liscia e liquida. Unite le erbe aromatiche e preparate una padella per le crepes ungendola di burro. Versate il composto con un mestolo fino a coprire la padella e cuocete per circa un minuto per parte.

Tenete le crepes preparate da parte su un piatto.

Preparate il pesce:

Cuocere il pesce per circa 5 minuti in una pentola insieme alle erbe aromatiche e alla cipolla e porro tritati finemente. Togliete i filetti dalla padella e lasciate raffreddare.

Tritate il prezzemolo e il dragoncello e passate i filetti nel trito aromatico; per dare maggiore sapore noi abbiamo fatto un’incisione a metà del filetto in cui inserire le erbe aromatiche.

Per preparare dei fagottini monoporzioni procedete, per ogni filetto, ad avvolgere il pesce prima nelle foglie di bietole sbollentate poi nelle crepes alle erbe ed infine nella sfoglia.

Nella preparazione di quest’ultimo passo abbiamo avuto delle divergenze “artistiche” quindi i fagottini sono stati realizzati in due modalità: preparati dei rettangoli di sfoglia di dimensioni adeguate per coprire i filetti potete decidere se chiudere completamente il pesce o se lasciare una specie di cartoccio semi-aperto. In entrambi i casi il risultato finale è ottimo ;-)

Prima di mettere in forno spennellate la pasta sfoglia con il tuorlo d’uovo leggermente sbattuto, infine infornate a circa 180 gradi per una ventina di minuti (quando la pasta è cotta potete sfornare)

Servite caldo accompagnato dal purè di zucca e buon appetito!


Share this article